ROMANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Romania: ministro Giustizia, decreto d'urgenza per rafforzare sanzioni contro crimini gravi (9)
 
 
Bucarest, 23 ago 09:55 - (Agenzia Nova) - Un meccanico di 65 anni della città romena di Caracal ha confessato di aver ucciso Alexandra Macesanu, scomparsa il 24 luglio, e un'altra ragazza di 18 anni vista per l'ultima volta lo scorso aprile. Macesanu, mentre si trovava sotto sequestro, è riuscita a telefonare per tre volte al numero di emergenza europeo 112 spiegando di essere stata rapita, picchiata e violentata. Le autorità hanno impiegato 19 ore per localizzare ed entrare nella residenza del meccanico. Sul posto, le autorità hanno trovato solo frammenti di ossa e raccolto dei campioni di Dna senza però rilasciare alcun rapporto forense preliminare. Nei giorni scorsi il padre della ragazza ha affermato di non aver perso la fiducia e di credere che potesse essere ancora viva. (segue) (Rob)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..