IRAQ
 
Iraq: leader sciita al Husseini, dietro raid aerei contro milizie sciite c'è Israele
 
 
Baghdad, 23 ago 15:11 - (Agenzia Nova) - L'ayatollah iracheno Sayyid Kazem al Husseini sostiene che ci sia Israele dietro i raid aerei che di recente hanno colpito obiettivi legati alle Unità di mobilitazione popolare (Pmu, milizie filo-iraniane). "Dai risultati emersi durante le indagini – si legge in una dichiarazione dell'autorità religiosa sciita - ho concluso che sono stati i sionisti (israeliani, ndr) sostenuti dalle forze americane presenti nella regione". Le dichiarazioni del religioso giungono dopo che anche fonti di intelligence, citate da "The New York Times", hanno affermato anch'esse che la responsabilità degli attacchi è da attribuire a Israele. L'attacco del 19 luglio, il primo della serie di raid in questione, ha riguardato una base militare a nord di Baghdad. Le fonti del quotidiano statunitense sottolineano che l'attacco è partito "dall'interno del territorio iracheno". L'incursione, che potrebbe costituire il primo bombardamento israeliano in Iraq dal 1981, rappresenta un'espansione della campagna militare che Israele conduce costantemente contro obiettivi iraniani in nella regione. Lo Stato ebraico finora non ha confermato né smentito un proprio coinvolgimento. Il premier israeliano Benjamin Netanyahu si è limitato a dire che "l'Iran non ha immunità, da nessuna parte". (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..