SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: capo Pentagono conferma la morte di Hamza Bin Laden
 
 
Washington, 23 ago 15:00 - (Agenzia Nova) - Il capo del Pentagono, Mark Esper, ha confermato la morte di Hamza Bin Laden, figlio di Osama bin Laden a lungo considerato come l'erede della leadership di al Qaeda. In un'intervista all’emittente televisiva statunitense “Fox News”, il segretario Usa alla Difesa si è astenuto dal fornire dettagli sull'operazione in cui è stato ucciso il figlio prediletto di Osama Bin Laden. "Non ho i dettagli, e se li avessi, non sono sicuro di poterli condividere", ha detto il nuovo capo del Pentagono, entrato in carica alla fine di luglio. I media statunitensi avevano annunciato a fine luglio che Hamza bin Laden era stato ucciso e che gli Stati Uniti avevano contribuito all'operazione per eliminarlo. Ma la sua morte non era mai stata confermata pubblicamente. Hamza bin Laden sarebbe stato ucciso negli ultimi due anni, durante l'amministrazione Trump, ma la conferma della sua morte ha richiesto tempo, hanno detto i funzionari. Secondo il "New York Times" però il governo degli Stati Uniti avrebbe avuto un ruolo non meglio specificato nell'operazione che ha ucciso il giovane Bin Laden. Hamza bin Laden sarebbe stato ucciso prima che il dipartimento di Stato Usa annunciasse a febbraio una ricompensa da 1 milione di dollari in cambio di informazioni su dove si trovasse. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..