BOSNIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bosnia: rappresentante serbo Dodik, posizioni contrapposte di bosniaci musulmani indicano che paese "non può esistere"
 
 
Sarajevo, 22 ago 10:09 - (Agenzia Nova) - Le posizioni politiche contrapposte dei serbi e dei bosniaci musulmani indicano che la Bosnia Erzegovina è un paese che "non può esistere". Lo ha detto il rappresentante serbo nella presidenza tripartita bosniaca Milorad Dodik in un'intervista rilasciata all'emittente "Rtrs". Dodik ha affermato che la crisi politica in cui è precipitata la Bosnia dopo la mancata nomina del governo centrale in base ai risultati delle elezioni di ottobre è dovuta al fatto che "la Repubblica Srpska, l'entità serba, si comporta in base al proprio orientamento, quello della neutralità militare mentre i bosniaci musulmani hanno vincolato la nomina del governo al proseguimento del percorso di adesione alla Nato". Dodik ha affermato che "loro si comportano in base alle loro politiche e noi in base alle nostre, il che indica che la Bosnia non può esistere". Il rappresentante serbo ha affermato che "l'errore è stato fatto nel 1995 con la formazione della Bosnia e tutti questi anni ne sono la prova". (segue) (Bos)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..