ECONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Economia: viceministro Garavaglia a "Il Mattino", i giallorossi faranno una patrimoniale (2)
 
 
Roma, 21 ago 09:36 - (Agenzia Nova) - Però questa crisi l'ha provocata la Lega. Presentando una mozione di sfiducia verso Conte che poi ieri è stata ritirata. Perché questa retromarcia? "Salvini in questi giorni non ha porto l'altra guancia, ne ha messe a disposizione a centinaia e ha continuato a farlo anche ieri in Senato. Invece è stato usato come un bersaglio preso di mira con ogni tipo di insulto. L'interesse di Salvini non è quello personale, ma quello del Paese. Poi ormai già si è dimenticati di cosa ha effetivamente provocato questa crisi". "Già nessuno - continua - parla più del voto sulla Tay: il presidente del consiglio che viene in aula a dire che quell'opera va fatta e il Movimento 5 Stelle che gli ha votato contro. Tecnicamente chi ha sfiduciato Conte sono stati i grillini. Noi abbiamo solo chiesto chiarezza". La porta del dialogo con gli M5s si può riaprire con un passo di lato di Salvini e uno in avanti di Giorgetti? Molti tra gli M5s hanno anche fatto questa ipotesi. "Queste sono chiacchiere da bar". Dopo l'intervento di Conte c'è stato un abbraccio tra il premier e Giorgetti. "Una cosa sono i rapporti personali e quelli per noi non sono mai venuti meno, altre sono chiacchiere fatte da politicanti. Giorgetti era lì perché il sottosegretario alla presidenza ha esattamente il banco davanti a quello del premier. Noi siamo una squadra e siamo uniti con il nostro capitano. A differenza di tanti altri partiti da noi le decisioni sono condivise dal gruppo e non c'è nessuna possibilità di aprire discussioni surreali". Ora è pronto per andare all'opposizione? "Adesso il pallino è nelle mani del presidente Mattarella. Noi vogliamo andare al voto perché la cosa migliore è dare la parola agli italiani". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..