CILE
 
Cile: Cepal esorta il paese ad aderire ad accordo Escazù in materia ambientale
 
 
Santiago del Cile, 19 ago 22:14 - (Agenzia Nova) - La Commissione economica per l’America Latina e i Caraibi (Cepal) esorta l’esecutivo cileno ad aderire all’Accordo regionale sull’accesso all’informazione e alla giustizia in materia ambientale, comunemente noto come “accordo di Escazù”. Lo ha dichiarato il segretario della Commissione, Alicia Barcena, in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano “La Tercera”. “Speriamo di poter includere al più presto il Cile nella lista dei paesi impegnati nella promozione dello sviluppo sostenibile, della democrazia ambientale e dei diritti umani”, ha detto il segretario della Cepal. "L’accordo rappresenta uno sviluppo di grande importanza per il multilateralismo regionale: si tratta del primo trattato ambientale a livello continentale”, ha aggiunto Barcena, sottolineando che l’accordo “consente ai paesi aderenti di accedere a risorse speciale per il raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

Ad oggi, i paesi che hanno aderito all’accordo, che si propone di “garantire il diritto di tutte le persone ad avere accesso all’informazione” e ad avere voce in capitolo nella discussione di provvedimenti in materia ambientale, sono 17. Il Cile è stato tra i principali promotori dell’accordo durante l’amministrazione dell’ex presidente Michelle Bachelet, ma si è poi rifiutato di ratificarlo sotto l’attuale capo di Stato, Sebastian Pinera. La nuova amministrazione ha dichiarato che l’assegnazione a tribunali internazionali del diritto a deliberare su questioni ambientali potrebbe tradursi in una cessione di sovranità: una questione che l’esecutivo cileno ha definito “delicata, che va analizzata con responsabilità”.

La decisione del governo cileno di non aderire all'accordo contrasta inoltre con l'impegno assunto dal presidente Pinera proprio in questa materia con l'organizzazione della conferenza sul cambio climatico, Cop25, che si disputerà nella capitale Santiago del Cile tra il 2 e 13 dicembre del 2019. "Sarà una grande opportunità per il nostro paese e per il mondo intero di prendere veramente coscienza che il tempo si sta esaurendo e che ogni giorno gli obiettivi in agenda sullo sviluppo sostenibile sono più urgenti e più ambiziosi", ha detto il presidente cileno al momento di confermare lo svolgimento in Cile del principale forum globale in materia di cambio climatico, dopo che il governo brasiliano di Jair Bolsonaro, a pochi giorni dall'assunzione aveva desistito ufficialmente dall'impegno assunto dall'ex presidente Dilma Rousseff. (Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..