SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: "Bloomberg", Cnpc annulla acquisto greggio dal Venezuela dopo sanzioni Usa
 
 
Caracas, 19 ago 14:00 - (Agenzia Nova) - La compagnia energetica cinese Petrochina, filiale della China National Petroleum Corporation (Cnpc), avrebbe azzerato ad agosto l'ordine di acquisto di circa cinque milioni di greggio dal Venezuela, all’indomani di una nuova tornata di sanzioni con cui l’amministrazione statunitense penalizza le compagnie che fanno affari con Caracas. Lo riporta l’agenzia “Bloomberg” citando fonti informate che hanno preferito conservare l'anonimato. Secondo la testata, a tutt'oggi non si sarebbero trovati altri compratori per i carichi di petrolio. Se confermata, la notizia segna un momento importante nella crisi economica che vive il paese caraibico, dal momento che la Cina - dalla prima tornata di sanzioni economiche disposte da Washington a fine gennaio - è diventata la prima destinazione per le esportazioni di greggio venezuelano. La decisione della Cnpc rappresenterebbe un passo falso in una importante fonte di entrate per Caracas: è la prima volta in dieci anni che PetroChina dice di no a un carico di greggio venezuelano. Quest'anno la Cina ha importato una media di 339.000 barili venezuelani al giorno. In giornata "Bloomberg" aveva dato notizia che anche l'importante banca turca Ziraat ha interrotto le operazioni con la Banca centrale del Venezuela. Ankara, al pari di Pechino, è tra le capitali che non hanno riconosciuto l’oppositore Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela, continuando a ritenere Nicolas Maduro come interlocutore unico nel paese. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..