MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: Hamas, raid israeliano "messaggio di aggressione ed escalation"
 
 
Gerusalemme, 17 ago 14:19 - (Agenzia Nova) - Il bombardamento israeliano contro postazioni del movimento palestinese Hamas nella Striscia di Gaza "è un messaggio di escalation e aggressività, volto a distogliere l'attenzione dalle coraggiose azioni in atto in Cisgiordania, che hanno confuso il nemico e approfondito la crisi interna in cui si trova". Lo ha dichiarato oggi il portavoce di Hamas, Fawzi Barhum, riferendosi all'episodio di "car ramming" avvenuto ieri, 16 agosto, in Cisgiordania. Nella notte le Forze di difesa israeliane (Idf) hanno colpito obiettivi del movimento palestinese Hamas nella Striscia di Gaza in risposta a un razzo che è stato lanciato da gruppi armati dell'enclave in precedenza. Lo riferisce l'esercito israeliano. "Gli aerei da guerra hanno attaccato due strutture terroristiche sotterranee del gruppo terroristico di Hamas a nord e al centro della Striscia di Gaza", fanno sapere le Idf. “L'attacco è stato effettuato in risposta al razzo lanciato da Gaza stanotte. Le Idf continueranno ad agire contro i tentativi di danneggiare i civili israeliani e considera il gruppo terroristico di Hamas come responsabile di tutto ciò che avviene nella Striscia di Gaza”, si legge nella dichiarazione. Il razzo lanciato dall'enclave è stato intercetato dal sistema di difesa Iron Dome e non ha causato danni o vittime. Le sirene si sono attivate nella città di Sderot e nelle comunità di Or Haner, Nir Am, Erez e Gevim.

Il razzo è stato lanciato dopo che diverse migliaia di palestinesi hanno aderito alle proteste lungo la linea di demarcazione con la Striscia di Gaza venerdì, con diverse centinaia di rivolte e il lancio di pietre e ordigni esplosivi contro le truppe israeliane. Da parte loro, i militari hanno risposto con gas lacrimogeni e occasionalmente con fuoco vivo. Il ministero della Salute di Gaza, gestito da Hamas, ha affermato che 16 palestinesi sono stati feriti. Nell'ultimo anno, i palestinesi hanno organizzato regolari marce di protesta sul confine di Gaza, denominate la Grande marcia del ritorno. La primavera del 2019 ha visto un drammatico aumento del livello di violenza lungo il confine di Gaza, con rivolte notturne e attacchi con palloni incendiari. Le violenze sono diminuite nelle ultime settimane a causa di un accordo di cessate il fuoco di fatto tra Israele e Hamas. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..