SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: petroliera Riah scomparsa dal 13 luglio nelle acque dello Stretto di Hormuz
 
 
Abu Dhabi, 17 lug 15:00 - (Agenzia Nova) - La petroliera Riah battente bandiera panamense e di proprietà di Prime Tankers e attiva negli Emirati Arabi Uniti non sta fornendo la sua posizione dallo scorso 13 luglio dopo essere entrata nello Stretto di Hormuz. A riferirlo è l’emittente satellitare “al Arabiya” con sede a Dubai. In base ai dati di tracciamento della nave forniti dal sito “Marine Traffic”, la Riah ha smesso di inviare la sua posizione la sera del 13 luglio e finora non vi sono notizie sulla sua destinazione. La nave si trovava il 5 luglio in acque emiratine, al largo di Dubai, diretta verso Ras al Khaimah. Il 13 luglio ha cambiato rotta volgendo verso nord avvinandosi al limite delle acque iraniane dello Stretto di Hormuz. L’ultimo rilevamento risale alle 23:58 (ora locale) del 13 luglio in prossimità dell’isola iraniana di Larak, uno dei principali terminal di esportazione dell’Iran. Secondo quanto dichiarato da “al Arabiya”, la petroliera di proprietà di Prime Tankers è stata utilizzata nell’ultimo anno quasi esclusivamente negli Emirati Arabi Uniti, viaggiando tra i porti di Sharjah e Fujairah (nel Mare dell’Oman). Tuttavia, un funzionario emiratino, citato dall’emittente satellitare ha sottolineato che la petroliera non operata o gestita da società degli Emirati e non ha inviato alcuna chiamata di soccorso prima della sua sparizione. Secondo il funzionario, la Riah non ha a bordo personale emiratino. “Stiamo monitorando la situazione con i nostri partner internazionali ", ha detto il funzionario citato da “al Arabiya”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..