SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sudan: opposizioni e gruppi armati promettono nuovo incontro al Cairo entro due settimane (3)
 
 
Khartum, 13 ago 09:49 - (Agenzia Nova) - Durante i colloqui dello scorso fine settimana al Cairo il portavoce dell'Srf Mohamed Zakaria ha sostenuto che la presenza della delegazione delle Fcc alle consultazioni non è stata incisiva, traducendosi in un semplice "esercizio di pubbliche relazioni", prova che il gruppo che racchiude le opposizioni sudanesi "non ha il mandato" per rispondere alle richieste del Fronte rivoluzionario sudanese (Srf). In un'intervista rilasciata all'emittente araba "Sky News Arabia", Zakaria ha contestato la poca "concretezza" delle consultazioni in corso nella capitale egiziana e ribadito la richiesta del suo gruppo di includere le loro posizioni nella Dichiarazione politica: al Cairo gli ex ribelli hanno chiesto "passi concreti" per inserire un testo che garantisca la priorità degli accordi di pace nel periodo di transizione. Nelle condizioni attuali, Zakaria ha nuovamente messo in dubbio la possibilità di adempiere alle promesse fatte dalle forze politiche, in particolare alla loro richiesta di rinviare la formazione del governo di transizione. Ha inoltre affermato che gli Srf sono pronti a firmare una cessazione delle ostilità in meno di un mese e ad unirsi alle istituzioni di transizione, discutendo in particolare con il Consiglio militare di questioni di sicurezza. Della delegazione degli Srf presente al Cairo fanno parte Gibril Ibrahim, capo del Movimento di liberazione del Sudan-Minni Minawi (Sla-Mm), il suo vice Yassir Arman e il capo del Consiglio di transizione del Movimento di liberazione del Sudan Hadi Idris. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..