GOVERNO
Mostra l'articolo per intero...
 
Governo: scontro Lega-M5s, il 20 agosto ora della verità. Giorgetti, crisi doveva essere aperta prima (2)
 
 
Roma, 14 ago 15:55 - (Agenzia Nova) - Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, il leghista Giancarlo Giorgetti, dal canto suo, intercettato ieri sera dai cronisti, ha confessato che "probabilmente" sarebbe stato più facile andare alle urne se la crisi di governo fosse stata fatta prima e ha osservato che "quando è diventata conclamata la diversità di vedute su alcune cose, dalla giustizia al Tav", è stato proprio il leader della Lega che "ha deciso di aprire la crisi. Ma sono le decisioni di un capo, un capo decide sempre lui da solo". Sta di fatto che anche oggi non mancano le punzecchiature tra il Carroccio e gli ormai ex alleati del M5s che sul blog delle Stelle chiedono perché il leader leghista non si sia ancora dimesso. Sempre Salvini punta il dito contro il reddito di cittadinanza che, dice in una intervista al "Corriere della Sera", "va verificato subito. Così non si assume più", mentre il viceministro all'Economia ed alle Finanze, anche lui del Carroccio, Massimo Garavaglia, a "Italia Oggi", parla senza mezzi termini di "troppi furbetti" a proposito della misura così cara ai pentastellati che con un post eloquente su Facebook scrivono: "A Garavaglia diciamo basta sparare cretinate". (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..