INDIA
 
India: visita premier Modi in Bhutan e ministro degli Esteri Jaishankar in Cina ad agosto
 
 
Nuova Delhi, 23 lug 06:41 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro indiano Narendra Modi visiterà il Bhutan per due giorni ad agosto. Lo hanno reso noto indiscrezioni della stampa indiana, secondo cui la visita rifletterà l'importanza che Nuova Delhi attribuisce ai suoi rapporti con la nazione himalayana e sottolineerà l'enfasi del governo sulla sua politica 'Neighbourhood First' ('Prima il vicinato'). I due paesi condividono una relazione bilaterale unica e di lunga durata, caratterizzata da fiducia, buona volontà e comprensione reciproca. Il mese scorso, il ministro degli Affari esteri Subrahmanyam Jaishankar ha fatto visita per due giorni in Bhutan nel suo primo viaggio oltremare dopo aver assunto la carica di ministro. Durante la visita, Jaishankar aveva incontrato il primo ministro del Bhutan Lotay Tshering. I due avevano discusso modalità per enfatizzare la cooperazione bilaterale.

Il ministro degli Affari esteri Subrahmanyam Jaishankar visiterà Pechino nei primi giorni di agosto per incontrare il suo omologo cinese Wang Yi e iniziare il processo di preparazione per Wuhan-2, il vertice informale tra Modi e il presidente cinese Xi Jinping che stavolta si terrà in India. L'anno prossimo, per le celebrazioni dei 70 anni di relazioni diplomatiche tra India e Cina, verranno organizzati 70 eventi tra i due paesi, e i due ministri degli Esteri sono incaricati di lavorarci. Jaishankar avrà incontri con esponenti del governo cinese su altre questioni importanti come l'accelerazione del processo per risolvere la disputa sul confine e facilitazioni nell'accesso al mercato cinese per le aziende e le esportazioni indiane.

Modi e Xi hanno deciso al loro ultimo incontro a Biskek a margine del vertice dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shangai (Sco) che il prossimo vertice informale dovrebbe ottenere risultati più tangibili dell'ultimo. I due leader hanno chiesto ai loro rappresentanti speciali di "accelerare" le loro discussioni su una risoluzione della questione del confine per "una soluzione giusta, ragionevole ed accettabile per entrambi". Il nuovo termine che è stato utilizzato in quell'occasione è stato "giusto", il che potrebbe indicare che l'India è disponibile ad accettare un accordo sulla questione. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..