VENEZUELA

 
 
 

Venezuela: ambasciatore tedesco nel paese rientrato a Caracas

Caracas, 22 lug 2019 16:16 - (Agenzia Nova) - L’ambasciatore tedesco in Venezuela, Daniel Kriener, è ritornato a Caracas nel fine settimana, a quattro mesi dalla sua espulsione per presunte interferenze negli affari interni del paese. Lo ha reso noto oggi a Berlino il portavoce ministeriale Rainer Breul, secondo cui il diplomatico ha fatto ritorno nel paese sabato. “Siamo contenti che possa riprendere le sue funzioni di ambasciatore in Venezuela”, ha dichiarato.

In un comunicato diffuso lo scorso 2 luglio il ministero degli Esteri venezuelano rendeva noto di avere avviato un processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche con la Germania, a seguito dell’incontro tenuto il 1 luglio a Berlino tra il viceministro venezuelano per l’Europa, Yván Gil, e il direttore per l’America latina e i Caraibi del ministero degli Esteri tedesco, Marian Schuegraf. “Il governo della repubblica bolivariana del Venezuela informa il popolo venezuelano e la comunità internazionale che dopo diversi contatti con il governo federale tedesco è stato avviato un processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche tra i due paesi”, si legge nel comunicato. Di conseguenza “il presidente Nicolas Maduro ha deciso di annullare il contenuto del comunicato del 6 marzo 2019, con il quale si dichiarava persona non grata l’ambasciatore tedesco Daniel Martin Kriener, e il governo tedesco ha deciso di tornare nel paese per lavorare a un’agenda di interesse reciproco, in accordo con i principii della cooperazione internazionale”, conclude la nota.

Lo scorso 6 marzo il governo venezuelano dichiarava persona "non grata" l'ambasciatore tedesco a Caracas Daniel Martin Kriener, accusato di ripetuti atti di "ingerenza negli affari interni del paese". In una nota diffusa dal ministero degli Esteri, il governo definiva "inaccettabile" il fatto "che un rappresentante diplomatico straniero eserciti un ruolo pubblico più proprio di un dirigente politico", in modo "chiaramente allineato con l'agenda di cospirazione di settori estremisti dell'opposizione venezuelana". La Germania è uno dei paesi che ha riconosciuto l'oppositore Juan Guaidò come presidente ad interim del Venezuela.

Kriener aveva partecipato martedì 5 marzo a una riunione tenuta da Guaidò con vari rappresentanti diplomatici europei, nella sede dell'ambasciata spagnola a Caracas. L’Unione europea aveva condannato in maniera ferma la decisione del governo venezuelano di espellere l’ambasciatore tedesco dal paese, esprimendo la sua solidarietà alla Germania. “Le misure che ostacolano il lavoro diplomatico contribuiscono solo a fare aumentare le tensioni e impedire una soluzione politica alla crisi”, affermava l'Alto rappresentante dell'Ue per la politica estera e di sicurezza Federica Mogherini in una nota. Il governo tedesco, per parte sua, aveva definito "incomprensibile" la decisione delle autorità di Caracas, ribadendo il uso sostegno all'autoproclamato presidente ad interim Guaidò. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE