ENERGIA
 
Energia: tensione in Sudan ostacola progetto interconnessione con Egitto
 
 
Il Cairo , 22 lug 04:30 - (Agenzia Nova) - I disordini politici in Sudan ostacolano il progetto di interconnessione elettrica con l'Egitto. Lo riferisce un editoriale del quotidiano egiziano "Shorouk", citando un funzionario del ministero dell'Elettricità dell'Egitto. "L'Egitto è pronto a gestire l'interconnessione elettrica con il Sudan, ma attende i fratelli del Sudan per iniziare l'operazione", ha detto il funzionario, aggiungendo che "avrebbe dovuto essere avviato prima, ma i disordini politici in Sudan lo hanno ostacolato". "I lavori stanno procedendo a buon ritmo per avviare l'interconnessione elettrica tra i due paesi", ha proseguito il funzionario. La prima fase del progetto parte dalla stazione di trasformazione di Toshka 2 per giungere a quelle di Arqin, in Sudan.

Oltre al progetto di interconnessione, 20 centrali solari sono già attive nel più grande parco solare del mondo a Benban. L'intero parco che verrà realizzato entro la fine del 2019 dopo essere stato inaugurato dal presidente Abdel Fatah al Sisi. Situato a 40 chilometri a nord-ovest di Assuan, il parco produrrà 1.465 megawatt di energia. Il parco solare di Benban avrà 32 centrali solari che promuoveranno i piani di interconnessione elettrica dell'Egitto con l'Arabia Saudita, i paesi arabi e l'Europa. Questi impianti saranno collegati insieme alla rete elettrica nazionale egiziana attraverso quattro principali stazioni di commutazione, due delle quali sono già state completate mentre sono in corso lavori per completare le restanti due. Il governo egiziano prevede di produrre il 20 per cento di energia da fonti rinnovabili entro il 2022 e il 42 per cento entro il 2035. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..