BRASILE-ITALIA
 
Brasile-Italia: viceministro Borgonzoni offre aiuto per recupero opere distrutte nell'incendio del museo di Rio
 
 
Brasilia, 19 giu 23:16 - (Agenzia Nova) - Il viceministro della Cultura italiano, Lucia Borgonzoni, ha offerto l'aiuto del governo per il recupero, la catalogazione e il restauro delle opere d'arte contenute del museo di Rio de Janeiro e danneggiate nel corso dell'incendio dello scorso settembre che ha distrutto il 70 per cento dell'edificio storico. La rappresentante del governo del premier Giuseppe Conte si è confrontata con il ministro per la Cittadinanza brasiliano, Osmar Terra, le autorità dello stato di Rio, il direttore del museo carioca, Alexander Kellener e ha visitato il cantiere del museo nella Quinta da Boa vista, il parco pubblico di grande importanza storica nella città di Rio de Janeiro.

"Ieri abbiamo partecipato a un sopralluogo nel cantiere del museo nazionale di Rio de Janeiro con rappresentanti di musei e parchi archeologici italiani per verificare quale fosse la situazione", ha affermato il viceministro nel corso di una conferenza stampa a margine del simposio internazionale sulla gestione del patrimonio culturale svoltosi oggi, 19 giugno, presso l'istituto di cultura di Rio de Janeiro. "Non sapevamo che la situazione fosse ancora così grave, ci sono ancora opere da recuperare all'interno delle sale avvolte dalle fiamme e non è stato ancora fatta una catalogazione che possa aprire poi al recupero e restauro delle opere. Per questo motivo riteniamo che come primo passo possiamo dare una mano per il recupero delle opere. Siamo ancora in una fase embrionale, abbiamo iniziato a ragionarci da ieri, ma sappiamo di avere le competenze e gli strumenti per poter aiutare", ha sottolineato la viceministro.

"Da domani ci impegniamo a capire di cosa c'è bisogno, ora non sapremo come muoverci visto che non è chiaro di cosa ci sia maggiore necessità e di quale expertise particolare, per cui è qualcosa da sviluppare nel corso delle prossime settimane" ha aggiunto la Borgonzoni. Ciò che è emerso è la forte volontà politica da parte dell'Italia di essere in prima fila per il recupero. "Sarebbe un crimine non provare a farlo, quello che è accaduto al museo è una ferita per tutto il mondo. Riteniamo fondamentale ricostruire la collezione, e dare di nuovo soprattutto ai giovani la possibilità di usufruire di opere della cultura italiana. Ci è venuto in mente di impegnarci perché il rapporto tra Italia e Brasile è un rapporto tra popoli che va oltre i governi. Ci uniscono le origini comuni e la solidarietà che ci anima è naturale e va oltre il rapporto politico", ha affermato il viceministro.

Borgonzoni ha poi confermato l'intenzione dell'Italia di prestare a lungo termine una selezione di pezzi provenienti dal parco archeologico di Ercolano e dal museo archeologico di Napoli che saranno esposti al Museo Nazionale carioca quando sarà pronto per la riapertura e che fino ad allora, saranno in mostra nella sala Roma del Consolato generale d'Italia, nel centro di Rio de Janeiro. Tuttavia, ha riferito, "vediamo questo passo in un futuro molto distante, vista la situazione reale e visto che il museo non c'è ancora e non sappiamo quando sarà disponibile". (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..