BANGLADESH
 
Bangladesh: 43 ricorsi in appello dopo le condanne per l’attentato alla stazione di Pakshi
 
 
Dacca, 21 lug 16:39 - (Agenzia Nova) - Quarantatré persone sono ricorse in appello all’Alta corte contro le sentenze pronunciate il 3 luglio dal tribunale di Pabna, in Bangladesh, per l’attentato del 23 settembre 1994 contro il treno su cui viaggiava l’allora leader dell’opposizione e oggi premier Sheikh Hasina, presidente della Lega popolare bengalese (Lega Awami). Sono state presentate tre diverse istanze, da parte di otto condannati a morte, 22 condannati all’ergastolo e tredici condannati a dieci anni di detenzione. L’avvocato patrocinante, Kayser Kamal, ha argomentato il ricorso sostenendo che le sentenze sono state emesse sulla base di motivazioni politiche e senza tenere in considerazione gli elementi presentati dalla difesa.

Hasina era in viaggio da Khulna a Rajshahi per tenere dei comizi e alla stazione di Pakshi, nel distretto di Pabna, il treno fu attaccato con bombe rudimentali e colpi di armi da fuoco. Diversi passeggeri rimasero feriti. Per quella vicenda nel 1997 furono imputate 52 persone appartenenti al Partito nazionalista del Bangladesh (Bpn) e a forze politiche alleate; cinque di loro nel frattempo sono morte. In primo grado nove dirigenti e attivisti del Bnp e dei partiti alleati sono stati condannati a morte, 25 all’ergastolo e tredici a dieci anni di detenzione. Trenta degli imputati si trovavano già agli arresti. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..