ENERGIA
 
Energia: Libia, Noc dichiara causa di forza maggiore sull'export di greggio da Zawiya
 
 
Tripoli, 21 lug 11:01 - (Agenzia Nova) - La compagnia petrolifera libica di Stato, National Oil Corporation (Noc), ha dichiarato la causa forza maggiore sulle esportazioni di petrolio dal porto petrolifero di Zawiya, nella costa occidentale della Libia, circa 40 chilometri a ovest di Tripoli. La Noc ha reso noto in un comunicato che la decisione è stata presa dopo che la produzione di petrolio si è interrotta nel giacimento di petrolio di Sharara a seguito della chiusura di una valvola da parte di un gruppo non identificato tra la località di Hamada e il porto di Zawiya. La manomissione della valvola ha causato il blocco della produzione di circa 290mila barili al giorno, pari a circa 19 milioni di dollari al giorno, e impedito alla Noc di trasportare il greggio verso i terminali. La Noc ha informato, attraverso la controllata Akakus Oil Operations, la General Electric Company of Libya (Gecol) che cesserà la fornitura di greggio alla centrale di Obari. Il presidente della Noc, Mustafa Sanallah, ha dichiarato: "L'attività criminale ha costretto la Noc a dichiarare lo stato di forza maggiore a Zawiya. I tentativi deliberati di sabotare gli oleodotti e la produzione hanno danneggiato sia le entrate petrolifere nazionali che la fornitura di energia ai libici. Il personale e gli ingegneri della sicurezza di Akakus stanno indagando sull'incidente e stanno lavorando per ripristinare rapidamente la produzione”. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..