INDIA
 
India: Adhir Ranjan Chowdhury capogruppo del Congresso alla Camera del popolo
 
 
Nuova Delhi, 19 giu 17:06 - (Agenzia Nova) - Il Congresso nazionale indiano (Inc), principale partito di opposizione in India, ha scelto come capogruppo alla Camera del popolo, la camera bassa del parlamento federale, Adhir Ranjan Chowdhury, deputato del Bengala Occidentale, alla sua quinta legislatura. La decisione è stata presa dopo una lunga riunione che si è tenuta ieri nella residenza di Sonia Gandhi, presidente del Partito parlamentare del Congresso (Cpp) e dell’Alleanza progressista unita (Upa). Alla riunione ha partecipato anche Rahul Gandhi, presidente del Congresso, che dopo la sconfitta elettorale ha deciso di non accettare il ruolo di capogruppo. Rahul, dopo le elezioni, ha anche offerto le dimissioni al comitato esecutivo, che le ha respinte, e insiste per lasciare la guida politica.

Chowdhury, 63 anni, è stato preferito ad altri dirigenti di cui nei giorni scorsi si erano fatti i nomi come possibili candidati, tra i quali Kodikunnil Suresh, presidente del Comitato del Congresso del Kerala; il portavoce Manish Tewari, deputato di Anandpur Sahib, nel Punjab; Shashi Tharoor, deputato di Thiruvananthapuram (o Trivandrum), nel Kerala. Dopo aver accettato la leadership parlamentare, Chowdhury ha dichiarato: “Sono un soldato di fanteria e un soldato di fanteria sta in prima linea. Quindi combatterò come un fante”.

Non lo attende un compito facile: il Congresso ha perso nettamente le elezioni, conquistando 52 seggi su 542; l’Upa ne ha 91. Il Partito del popolo indiano (Bjp) del primo ministro, Narendra Modi, invece, ne ha conquistati 303, più della maggioranza assoluta, e con l’Alleanza democratica nazionale (Nda) di cui è capofila arriva a 353. Il Congresso è il partito più grande della minoranza, ma non il partito leader dell’opposizione, perché non arriva alla soglia prevista del dieci per cento dei seggi della Camera del popolo; lo status di partito leader è importante perché dà diritto a far parte di comitati che nominano i vertici di organismi pubblici.

La Camera del popolo (Lok Sabha) si compone di un massimo di 552 deputati (attualmente sono 542), tutti elettivi, per un mandato di cinque anni, tranne due che possono essere nominati dal presidente della Repubblica in rappresentanza della comunità anglo-indiana. L’altro ramo del parlamento è il Consiglio degli Stati (Rajya Sabha), la camera alta, che si compone al massimo di 250 consiglieri (attualmente sono 245), di cui dodici di nomina presidenziale; quelli elettivi vengono eletti dalle assemblee legislative statali in proporzione al numero degli abitanti per un mandato di sei anni, con il rinnovo di un terzo dei seggi ogni due. Le proposte legislative possono essere presentate nell’una o nell’altra camera, tranne quelle di natura finanziaria che competono alla Camera del popolo. Il Consiglio degli Stati può fare solo raccomandazioni sulle proposte di iniziativa della Camera del popolo, entro un periodo di quattordici giorni. Le leggi approvate dal parlamento vengono poi promulgate dal presidente della Repubblica. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..