MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: la collaborazione economica motore del rilancio del processo di pace (3)
 
 
Gerusalemme , 19 lug 17:04 - (Agenzia Nova) - Secondo il sindaco della Samaria, un’altra via per raggiungere la pace è quella di avere progetti in comune, sia economici che sociali. Cohen evidenzia che Fatah si è opposta alla vicinanza tra la comunità imprenditoriale palestinese e gli israeliani in diversi eventi, come la cerimonia dell’iftar, la cena di fine Ramadan, il mese sacro per i musulmani. Alcuni di loro sono stati arrestati dagli agenti della sicurezza dell’Anp “per aver cercato di creare coesistenza”. Per il sindaco della Samaria, il cosiddetto piano di pace del secolo per il Medio Oriente ideato dall’amministrazione degli Stati Uniti guidata da Donald Trump “può avere successo finché ha un approccio bottom up”. A proposito della conferenza di Manama, l’imprenditore palestinese Jabari la definisce un successo semplicemente per il fatto che si sia svolta. “Abbiamo parlato di commercio, senza parlare di politica – afferma -. Gli imprenditori presenti sono pronti a investire in Cisgiordania e questo è un grande risultato che ci incoraggia a continuare per creare commercio con il Golfo”. L’imprenditore sottolinea la necessità di cooperare con Israele a livello economico, dal momento che circa l’80 per cento delle risorse provengono proprio dallo Stato ebraico. (segue) (Mom)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..