KENYA
Mostra l'articolo per intero...
 
Kenya: l’attacco all’hotel Dusit di Nairobi cela le divisioni in seno ad al Shabaab (3)
 
 
Nairobi, 17 gen 17:55 - (Agenzia Nova) - Quanto all’obiettivo – l’hotel e gli edifici circostanti – gli estremisti hanno spiegato che il complesso ospita locali “occidentali”, ossia quei target indicati in modo generico dall’ideologo Ayman al Zawahiri. Una missione che, secondo la propaganda islamista, avrebbe causato la morte di 47 “infedeli”, notizia tuttavia non confermata dalle autorità keniote. Se la motivazione fosse effettivamente questa, sarebbe evidente il tentativo da parte di al Shabaab di agganciarsi ai temi della jihad globale per andare oltre le tensioni regionali, in un momento in cui la formazione sta attraversando un momento di grossa difficoltà. Se da un lato, infatti, l’offensiva lanciata nel 2015 dalla Missione dell’Unione africana in Somalia (Amisom) con il supporto delle forze armate keniote e dell’esercito nazionale somalo nei territori della Somalia controllati da al Shabaab ha fortemente indebolito le milizie jihadiste sul terreno militare, dall’altro la frattura consumata in seno al gruppo tra la fazione fedele ad al Qaeda e le frange che hanno giurato fedeltà allo Stato islamico ha finito per spaccare il gruppo al suo interno. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..