SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iraq, quattro feriti in esplosione ordigno nella provincia di Diyala
 
 
Baghdad, 18 lug 16:15 - (Agenzia Nova) - Almeno quattro persone sono rimaste ferite nell’esplosione di un ordigno nella località di Jalawla nella parte nordorientale della provincia irachena di Diyala, a circa 20 chilometri dal confine con l’Iran. Secondo quanto riferito ad “Agenzia Nova” da fonti della sicurezza irachena nell’esplosione dell’ordigno sono rimasti feriti un militare dell’esercito iracheno e tre civili. Il nord dell’Iraq continua ad essere teatro di attacchi armati e attentati con ordigni improvvisati che hanno come obiettivo forze di sicurezza e civili. Per tentare di bloccare sul nascere una nuova ascesa dello Stato islamico e di altri gruppi armati nella regione, le forze di sicurezza irachene hanno lanciato una vasta operazione contro lo Stato islamico nella zona montuosa di Hamrin, che si estende dal governatorato di Kirkuk fino alla provincia di Diyala al confine con l’Iran. Secondo quanto riferito in una nota dal ministero della Difesa iracheno, l’operazione è stata lanciata lo scorso 16 luglio e in poche ore ha portato alla scoperta di sei postazioni dello Stato islamico e al sequestro di materiali per produrre ordigni esplosivi, 18 ordigni già pronti per l’uso, automobili e motociclette, attrezzature per la comunicazione. Il ministero della Difesa ha riferito che l’operazione è stata lanciata dal comando delle operazioni di Diyala con la partecipazione delle unità della Mobilitazione popolare irachena (Pmu, milizie a maggioranza sciita) e riguarda anzitutto la zona meridionale della catena montuosa in prossimità della città di Khanaqin, a circa 10 chilometri dal confine iraniano. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..