IRAQ
 
Iraq: “al Jazeera”, una terza persona uccisa nell’odierno attacco a Erbil
 
 
Baghdad, 17 lug 19:40 - (Agenzia Nova) - Una terza persona è rimasta uccisa nell’attacco condotto oggi all’interno di un ristorante di Erbil, nel Kurdistan iracheno, dove uomini armati hanno aperto il fuoco contro un gruppo di diplomatici turchi. Lo riferiscono fonti dell’intelligence all’emittente satellitare “al Jazeera”, secondo cui l’attacco ha provocato anche un ferito. Non è ancora chiara l’identità della terza vittima. L’attentatore, secondo le stesse fonti, sarebbe fuggito dal ristorante HuQQabaz attraverso una porta sul retro. Le forze di sicurezza sarebbero ancora sulle sue tracce. Nelle scorso ore il ministro degli Esteri di Ankara, Mevlut Cavusoglu, ha precisato che nell’attacco sarebbero coinvolti tre individui. Gli attentatori hanno preso di mira un tavolo del ristorante HuQQabaz al quale stava pranzando un gruppo di diplomatici del consolato generale di Turchia a Istanbul, uccidendo uno dei commensali. Secondo Cavusoglu, tuttavia, “sono stati presi di mira anche due iracheni seduti al tavolo a fianco: uno è rimasto ucciso, l’altro è stato ferito gravemente”. “Siamo in contatto sia con Baghdad che con Erbil. Abbiamo comunicato con (il primo ministro curdo) Masrour e con (il presidente curdo) Nechirvan Barzani. Dall’altra parte, abbiamo parlato con il ministro degli Esteri iracheno Mohammed Ali al Hakim, che è al momento a Washington”, ha spiegato il capo della diplomazia di Ankara. Se necessario, ha aggiunto il ministro, la Turchia è pronta a inviare una delegazione a Erbil.

L’attacco non è finora stato rivendicato. Rispondendo a una domanda in merito, Cavusoglu ha affermato che “quella dell’attentato terroristico resta la prima pista da seguire”; tuttavia, ha aggiunto, “dal momento che anche due iracheni sono stati colpiti nell’attacco, tutte le possibilità vanno valutate”. Nelle scorse ore, peraltro, un portavoce del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), Diyar Deniz, ha negato che il movimento – considerato un’organizzazione terroristica dalle autorità di Ankara – sia coinvolto nell’azione. “Non abbiamo alcuna informazione rispetto all’episodio, ne siamo venuti a conoscenza solo attraverso i media”, ha dichiarato Deniz.

L’attacco è avvenuto mentre è in pieno svolgimento la campagna militare turca contro le basi del Pkk nel nord dell’Iraq. Solo la scorsa settimana, il 12 luglio, Ankara aveva annunciato l’inizio della seconda fase dell’operazione Artiglio, condotta dalla fine dello scorso maggio. “La Turchia continuerà a distruggere i depositi di armi e i rifugi usati dai terroristi in una nuova area”, faceva sapere il ministero degli Esteri di Ankara in un comunicato. La prima parte dell’operazione aveva avuto come teatro d’azione l’area di Hakurk, circa 100 chilometri a nord-ovest di Erbil, dove comunque vanno avanti le operazioni dell’aeronautica turca, sostenuta da elicotteri Atak, droni e veicoli blindati. Il 15 luglio scorso lo stesso ministero della Difesa ha fatto sapere che finora, nel quadro dell’operazione Artiglio, sono stati “neutralizzati” 71 “terroristi”, laddove con “neutralizzati” s’intende i combattenti arrestati, arresisi o uccisi. Secondo i numeri raccolti dall’agenzia di stampa “Anadolu”, nel 2019 il Pkk è stato finora dietro l’uccisione di nove civili in territorio turco.

Nel frattempo il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha condannato l’attacco promettendo che i responsabili saranno individuati rapidamente. La Direzione generale della sicurezza di Erbil ha assicurato che “la pace e la sicurezza della regione curda non saranno compromesse” e ha annunciato l’apertura di un’indagine sull’episodio, “i cui responsabili verranno puniti”. La zona del ristorante HuQQabaz - un’area di nuova costruzione frequentata in particolare da stranieri, uomini d’affare e diplomatici - è stata completamente isolata dalle forze di sicurezza locali, mentre tutte le strade che collegano Erbil ad altre città della regione sono state chiuse per impedire la fuga dell’aggressore. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..