GIAPPONE-COREA DEL SUD
Mostra l'articolo per intero...
 
Giappone-Corea del Sud: Tokyo prepara risposta a eventuale sequestro asset aziendali
 
 
Tokyo, 17 lug 04:09 - (Agenzia Nova) - Il governo del Giappone sta studiando la possibilità di avanzare richieste di risarcimento danni, nel caso la magistratura sudcoreana ordinasse la vendita di asset di aziende giapponesi operanti in Corea delSud. Come Mitsubishi Heavy Industries, in relazione alle dispute sulle pratiche di lavoro forzato durante la Seconda guerra mondiale. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri giapponese, Taro Kono, in un ulteriore segnale di intensificazione del conflitto diplomatico in atto tra i due paesi asiatici. Se verrà arrecato danno alle aziende giapponesi, non potremo che passare all’azione”, ha detto Kono, commentando l’annuncio di una imminente richiesta di vendita forzosa degli asset di Mitsubishi da parte di legali sudcoreani. Altre aziende giapponesi operanti in Corea del Sud – prime tra tutte Nippon Steel e Nachi-Fujikoshi – sono oggetto di contenziosi giudiziari analoghi. Tokyo reputa la vendita forzosa di asset delle aziende una linea rossa, dal momento che il trattato bilaterale firmato dai due paesi nel 1965 prevedeva già lo stanziamento di 300 milioni di dollari in sussidi e di altri 200 milioni di dollari in finanziamenti agevolati da parte del Giappone a titolo di risarcimento per tutti i contenziosi aperti con Seul risalenti all’occupazione coloniale giapponese della Penisola coreana. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..