SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Ungheria, acquistati armamenti per 1,7 miliardi di euro da Germania
 
 
Budapest, 16 lug 15:00 - (Agenzia Nova) - L'Ungheria diventa il maggiore cliente dell'industria militare tedesca con un acquisto di 1,7 miliardi di euro. Il ministero della Difesa magiaro ha ordinato nuove armi dalla Germania che dovrebbero essere utilizzabili dopo il 2020. I dati sono stati rivelati dal ministero tedesco per gli Sffari economici e l'energia su richiesta di Omid Nouripour, portavoce del partito tedesco dei Verdi. Secondo il portale d'informazione "Nepszava", l'Ungheria dovrà pagare non solo per le armi, ma anche per la formazione, per le munizioni, per le attrezzature aggiuntive, per gli aggiornamenti software e per la manutenzione. L'acquisto comprende 44 carri armati da battaglia Leopard 2A7 e 24 Panzerhaubitze 2000 (Pzh 2000) obici semoventi, armamenti considerati all'avanguardia. I Leopard 2A7 sono stati già utilizzati in Afghanistan e Siria. I Panzerhaubitze sostituiranno il D-20 towed, ovvero gli obici caricati manualmente che risalgono alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Con questi acquisti l'Ungheria non solo migliorerà le proprie forze militari ma aumenterà il suo prestigio nei confronti della Nato e degli Stati Uniti, sostiene "Nepszava". Secondo il sottosegretario alla Difesa, Szilard Nemeth, nel 2020 saranno investiti nell'esercito 315 milioni di euro in più rispetto al 2019. Nonostante questo incremento l'Ungheria non è ancora neanche lontanamente vicina al requisito della Nato di destinare il 2 per cento del Pil alla difesa. Il ministro della difesa ungherese Tibor Benkì ha dichiarato lo scorso aprile che nel 2018 l'Ungheria ha speso l'1,41 per cento del prodotto interno lordo per la difesa. L'obiettivo non è solo quello di raggiungere, ma di superare il 2 per cento del Pil nei prossimi anni attraverso l'annunciato programma di sviluppo della difesa previsto fino al 2026. (Vap)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..