ENERGIA
 
Energia: Romania, import greggio in calo dello 0,6 per cento in primi 5 mesi del 2019
 
 
Bucarest, 16 lug 14:16 - (Agenzia Nova) - La Romania ha importato nei primi cinque mesi di quest'anno una quantità di 3,44 milioni di tonnellate di greggio equivalenti di petrolio (tep), 21.700 tep (lo 0,6 per cento) in meno rispetto al medesimo periodo del 2018. Lo riferisce l'Istituto nazionale di statistica (Ins) con un comunicato. La produzione di petrolio è stata pari a 1,38 milioni tep, essendo con lo 0,5 per cento (7.600 tep) inferiore a quella dei primi cinque mesi dell'anno precedente. Secondo la Strategia energetica della Romania, la produzione di petrolio greggio della Romania è in calo, con un livello di sostituzione delle riserve, a causa dell'elevato livello di esaurimento dei depositi. Un maggiore recupero è possibile, ma gli sforzi di investimento, che non sono trascurabili, richiedono pacchetti di misure economiche e fiscali stimolanti.

Le comprovate riserve di petrolio greggio della Romania saranno esaurite in circa 16 anni con un consumo di 3,4 milioni di tonnellate all'anno. La Romania è stata l'anno scorso la quarta nell'Unione europea in termini di produzione di petrolio, con 3,6 milioni di tonnellate, in calo del 2 per cento su base annua. In termini di riserve accertate di petrolio, la Romania è al secondo posto nell'Ue, con 600 milioni di barili al giorno (circa 100 milioni di tonnellate), davanti a Danimarca e alla pari con l'Italia. Prima della Romania c'è solo il Regno Unito, con 2,5 miliardi di barili al giorno (300 milioni di tonnellate). (Rob)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..