SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Turchia-Ue, colloquio telefonico tra Cavusoglu e Mogherini su Mediterraneo orientale
 
 
Ankara, 16 lug 14:00 - (Agenzia Nova) - L’Alto rappresentante della politica estera e di sicurezza dell’Unione europea, Federica Mogherini, ha avuto ieri un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri della Turchia, Mevlut Cavusoglu, per discutere degli sviluppi del dossier sul Mediterraneo orientale. Lo riferiscono fonti diplomatiche citate dal quotidiano turco “Hurriyet”. Mogherini ha sottolineato che la questione “delle attività della Turchia nella regione” sarà discussa in sede Ue così come quelle relative all’accordo sul nucleare iraniano, ai flussi migratori e alle situazioni in Africa e in Libia. Domenica Cavusoglu ha avuto un confronto sul tema anche con gli omologhi di Finlandia e Svizzera, rispettivamente Timo Soini e Ignazio Cassis. La scorsa settimana il ministero degli Esteri di Ankara ha diramato un lungo comunicato nel quale ha chiarito che la Turchia continuerà a difendere i suoi diritti e gli interessi dei turco-ciprioti nel Mediterraneo orientale, fin tanto che questi ultimi non saranno coinvolti nel processo decisionale per lo sfruttamento delle risorse di idrocarburi. Si tratta di una risposta a un precedente comunicato del dipartimento di Stato Usa, che si era detto “profondamente preoccupato” dall’invio della nave da perforazione Yavuz al largo della penisola di Karpassia. “La Turchia continuerà a difendere i diritti e gli interessi dei turco-ciprioti attorno all’isola di Cipro, dal momento che i greco-ciprioti non coinvolgono i turco-ciprioti nei meccanismi decisionali, inclusa la condivisione dei proventi delle risorse di idrocarburi”, precisa Ankara. Anche il ministero degli Esteri turco fa riferimento alle attività della Fatih, che “opererà per conto dei turco-ciprioti all’interno delle aree di licenza garantite dalla Repubblica turca di Cipro del nord a Turkish Petroleum nel 2011”. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..