NORD MACEDONIA-TURCHIA
 
Nord Macedonia-Turchia: Cavusoglu, siamo alleati naturali e a breve partner nella Nato
 
 
Skopje, 16 lug 13:30 - (Agenzia Nova) - La Turchia e la Macedonia del Nord sono alleati naturali e adesso saranno partner nella Nato. Lo ha detto il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, durante una conferenza stampa congiunta con l’omologo macedone, Nikola Dimitrov, a Skopje. “Siamo alleati naturali e ora saremo partner nella Nato. Con la Macedonia, anche prima che venisse invitata alla Nato, avevamo un'alleanza naturale e in tutti i documenti ufficiali della Nato dove è menzionata la Macedonia è stato sottolineato che riconosciamo il paese sotto il nome costituzionale. In futuro il nostro sostegno proseguirà”, ha dichiarato Cavusoglu. Rispetto alla recente ratifica del Parlamento turco del protocollo di adesione della Macedonia del Nord alla Nato. “A causa delle elezioni abbiamo avuto un ritardo, ma ora che il processo è completato, e dopo che continuo in altri paesi, io spero che la Macedonia sarà ufficialmente un membro della Nato, che è un significato essenziale per la regione”, ha detto Cavusoglu.

Il capo della diplomazia di Ankara ha ribadito il sostegno al processo di integrazione europea della Macedonia del Nord e auspicato che il paese avvii i negoziati di adesione con l’Ue ad ottobre. Cavusoglu ha annunciato che la visita del presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel paese macedone è in preparazione. Da parte sua, Dimitrov ha ringraziato la controparte per la ratifica del Parlamento turco del protocollo di adesione alla Nato. “Ciò non cambia nulla in sostanza perché siamo alleati dal primo giorno della nostra indipendenza, ma ora formalmente, e presto come futuro membro dell'Alleanza, (la Macedonia del Nord) diventerà un alleato amichevole della Turchia amichevole”, ha detto Dimitrov.

Il parlamento della Turchia ha ratificato lo scorso 12 luglio il protocollo di adesione della Macedonia del Nord alla Nato. La ratifica è avvenuta dopo che nei mesi scorsi alcune indiscrezioni stampa avevano paventato possibili ritardi nel processo a causa della presenza nel territorio macedone di 15 cittadini turchi accusati di aver preso parte al fallito colpo di stato del 2016. La ratifica era stata anticipata nei giorni scorsi dal presidente del parlamento turco Mustafa Sentop, che in visita a Bitola aveva dichiarato che tale passo sarebbe avvenuto entro la fine di luglio. La certezza della ratifica era stata data anche dal presidente macedone Stevo Pendarovski dopo l'incontro con l'omologo turco Recep Tayyip Erdogan a margine di un summit regionale a Sarajevo. (Mas)
ARTICOLI CORRELATI
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..