SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Cipro, Guterres raccomanda estensione mandato missione Unficyp per altri 6 mesi
 
 
Nicosia, 11 lug 16:00 - (Agenzia Nova) - Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha raccomandato al Consiglio di Sicurezza l'estensione del mandato della missione Onu a Cipro (Unficyp) per sei mesi, fino al 31 gennaio 2020, riconoscendo il suo continuo contributo al mantenimento della pace e della stabilità. E’ quanto sostenuto da Guterres nel suo rapporto sull’Unficyp, ripreso dai media ciprioti. Il segretario generale dell’Onu ha inoltre esortato le parti a riprendere i negoziati per risolvere la questione cipriota. Il segretario generale delle Nazioni Unite ha ribadito il suo invito alle parti a “impegnarsi nelle consultazioni in corso in modo costruttivo, creativo e con l'urgenza necessaria". "Le parti – ha aggiunto - dovrebbero raddoppiare i loro sforzi per ripristinare i negoziati a pieno titolo e il loro impegno dovrebbe essere infuso con un senso di determinazione per raggiungere una conclusione positiva entro un orizzonte prevedibile". Guterres ha rilevato “violazioni continue e tensioni di basso livello durante il periodo in esame”, che dimostrerebbero “come Unficyp, attraverso il suo monitoraggio, impegno e collegamento, continui a svolgere un ruolo indispensabile nel prevenire l'escalation". Guterres ha espresso “preoccupazione” per il fatto che le tensioni continueranno in assenza di colloqui. "In attesa di una ripresa a pieno titolo dei colloqui di Cipro, le violazioni dello status quo militare continueranno, ponendo una potenziale minaccia per la sicurezza e la stabilità nella zona cuscinetto e oltre", ha sottolineato secondo cui, “la continua presenza di Unficyp rimane essenziale per riferire e affrontare le violazioni in conformità con il suo mandato, prevenire le tensioni, contribuire alla creazione di condizioni favorevoli ad una soluzione politica”. Guterres ha affermato che, nonostante i progressi nelle misure di rafforzamento della fiducia e l'impegno iniziale sui "meccanismi", il clima attorno al processo di pace “non è migliorato”, con le due parti che continuano a non essere d'accordo sulla sostanza e incolpano l'altra per il persistente stallo. In assenza di negoziati, ha rilevato Guterres, "lo scetticismo è rimasto diffuso e l'interesse e la speranza per il processo di pace sono rimasti bassi". "In uno sviluppo preoccupante, le tensioni sugli idrocarburi hanno continuato a crescere, con poche prospettive di attenuazione nel breve o nel medio termine", ha concluso. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..