SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Sudan-Sud Sudan, delegazione di Giuba a Khartum per discutere ripresa produzione petrolifera
 
 
Khartum, 11 lug 14:15 - (Agenzia Nova) - Una delegazione sud sudanese guidata dal ministro delle Finanze, Salvatore Gargan Mabiordit, e dal ministro del Petrolio, Awow Danil Chuang, è arrivata a Khartum per discutere con le autorità locali di alcune questioni tecniche e finanziarie relative al riutilizzo dei giacimenti petroliferi in Sud Sudan. La delegazione, secondo quanto riferisce il quotidiano “Sudan Tribune”, è stata ricevuta all'aeroporto di Khartum dal sottosegretario del ministero del Petrolio e del Gas sudanese Ali Abdal-Rahman e dal consulente tecnico del ministero, Mohamed Ahmed al Sanjak. Nel corso dei colloqui le due parti dovrebbero discutere, in particolare, di alcuni dettagli tecnici e finanziari relativi alla ripresa della produzione petrolifera in alcuni campi sud sudanese dopo che nel luglio 2018 i due governi hanno raggiunto un accordo per la ripresa della produzione di greggio dopo l'interruzione a causa del conflitto. Nel gennaio scorso la produzione petrolifera è stata ripristinata in cinque pozzi su 16 nello stato settentrionale di Unità, mentre le autorità di Giuba hanno avviato i lavori di riparazione dei pozzi di petrolio danneggiati nel corso del conflitto. Secondo le ultime stime governative il paese, che ha ottenuto l'indipendenza dal Sudan nel 2011, produce attualmente 180 mila barili al giorno (bpd) di petrolio, ma secondo le stime governative la produzione aumenterà di ulteriori 70 mila barili entro la fine del 2019. Prima dello scoppio del conflitto, nel dicembre 2013, il Sud Sudan produceva circa 350 mila barili al giorno. Il paese finanzia con il petrolio circa il 98 per cento delle sue spese fiscali, nonostante diversi sforzi e tentativi siano stati messi in atto per sviluppare entrate alternative. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..