SIRIA
 
Siria: Unicef, attacco ad Afrin uccide tre bambini
 
 
Roma, 12 lug 18:53 - (Agenzia Nova) - Il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef) è "addolorato e sconvolto per l'uccisione di tre bambini a seguito di un attentato avvenuto ieri nella città di confine di Afrin, a nord della Siria". Secondo Geert Cappelaere, direttore regionale dell'Unicef per il Medio Oriente e il Nord Africa, "questo attacco arriva quando la violenza si sta intensificando in diverse parti del paese dilaniato dalla guerra". Nei giorni scorsi, l'agenzia Onu ha ricevuto notizie che altri bambini sono stati uccisi nei combattimenti nella provincia siriana di Idlib, nel nord-ovest della Siria. Risulta che altri tre bambini sono stati uccisi a causa di una mina esplosa a Damasco Rurale. Dall'inizio dell'anno sono stati uccisi più di 140 bambini. "I numeri continuano ad aumentare rapidamente. I bambini vengono uccisi in Siria ogni giorno. La guerra ai bambini in Siria è tutt'altro che finita. L'attacco di ieri è avvenuto a meno di 100 metri di distanza da una scuola sostenuta dall'Unicef nella zona, causando danni significativi. Fortunatamente non ci sono stati morti a scuola, ma i bambini hanno riferito di panico e shock a causa della forte esplosione che ha frantumato le finestre e le porte della scuola", afferma Cappelaere. In tutta la Siria, una scuola su quattro non può più essere utilizzata a causa della guerra. "I bambini non sono un bersaglio. Le scuole e il personale docente non sono un bersaglio. Uccidere bambini è una grave violazione. Coloro che uccidono i bambini saranno ritenuti responsabili. Tutti stanno perdendo in questa guerra lunga otto anni. Chi ha perso più di tutti, tuttavia, sono i bambini della Siria", conclude il direttore regionale dell'Unicef. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..