LIBIA
 
Libia: ministro Interno Bashagha, “aereo che ha bombardato Tajoura non era libico”
 
 
Tripoli, 04 lug 10:38 - (Agenzia Nova) - Il raid aereo contro il centro di detenzione per migranti di Tajoura, che ha causato almeno 44 morti e 130 feriti secondo il bilancio fornito dalla missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil), sarebbe opera di aerei da combattimento stranieri. Lo ha detto il ministro dell’Interno del Governo di accordo nazionale (Gna) con sede a Tripoli, Fathi Bashagha. "L'aereo da guerra che ha effettuato il bombardamento è insolito e non è di proprietà della Libia. La Comunità internazionale dovrebbe indagare sulla questione”, ha detto l’esponente del governo tripolino. Il raid si è verificato nella notte tra martedì e mercoledì “dopo le dichiarazioni Mohamed Manfour”, il comandante dell’aviazione di Haftar, e secondo Bashagha “la sua responsabilità legale e morale è tutta sua”. Nei giorni scorsi l’Aeronautica militare dell’Lna ha annunciato l’avvio dell’operazione “Conseguenze del tradimento” che prevedeva un aumento dei raid aerei contro le postazioni del Gna a Tripoli. Gli uomini della Cirenaica avevano invitato la popolazione civile ad allontanarsi dai potenziali obiettivi militari. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..