INDIA
 
India: Tamil Nadu, il 18 luglio l’elezione di sei membri del Consiglio degli Stati
 
 
Nuova Delhi, 26 giu 12:30 - (Agenzia Nova) - La Commissione elettorale dell’India ha annunciato oggi che i deputati dell’assemblea legislativa statale del Tamil Nadu voteranno il 18 luglio per eleggere sei membri del Consiglio degli Stati, la camera alta del parlamento federale. Le elezioni serviranno a sostituire sei consiglieri che andranno in pensione il 24 luglio, quattro dell’All India Anna Dravida Munnetra Kazhagam (Aiadmk), uno del Dravida Munnetra Kazhagam (Dmk) e uno del Partito comunista (Cpi). Tra i due partiti dravidici sono in corso negoziati. Il Dmk ha cento seggi nell’assemblea statale, ai quali si aggiungono quelli dei suoi alleati, sette del Congresso nazionale indiano (Inc) e uno della Lega musulmana dell’Unione indiana (Iuml). L’Aiadmk ha 123 seggi. Entrambi i partiti stanno completando la scelta delle candidature, che dovranno essere presentate dall’8 all’11 luglio.

Il Consiglio degli Stati (Rajya Sabha) si compone al massimo di 250 consiglieri (attualmente sono 244), di cui dodici di nomina presidenziale; quelli elettivi vengono eletti dalle assemblee legislative statali in proporzione al numero degli abitanti per un mandato di sei anni, con il rinnovo di un terzo dei seggi ogni due. La Camera del popolo (Lok Sabha), la camera bassa, si compone di un massimo di 552 deputati, tutti elettivi, per un mandato di cinque anni, tranne due che possono essere nominati dal presidente della Repubblica in rappresentanza della comunità anglo-indiana. Le proposte legislative possono essere presentate nell’uno o l’altro ramo del parlamento, tranne quelle di natura finanziaria che competono alla Camera del popolo. Il Consiglio degli Stati può fare solo raccomandazioni sulle proposte di iniziativa della Camera del popolo, entro un periodo di quattordici giorni. Le leggi approvate dal parlamento vengono poi promulgate dal presidente della Repubblica.

Lo Stato sud-orientale del Tamil Nadu, capitale Chennai, istituito nel 1950, ha una popolazione di oltre 72 milioni di abitanti. La lingua ufficiale è il tamil, parlata da quasi nove cittadini su dieci. È l’undicesimo Stato per superficie, il sesto per popolazione, il terzo per indice di sviluppo umano e il secondo, dopo il Maharashtra, per prodotto interno lordo. L’economia ha i suoi punti forti nell’agricoltura, nel settore tessile e della pelletteria, nell’industria automobilistica: Chennai è nota come “la Detroit dell’India” per la presenza di costruttori di primo piano a livello globale. È forte anche la presenza dell’industria pesante ed è in crescita quella informatica, in particolare del software. Importante anche il comparto del turismo: grazie ai tempi induisti, all’architettura dravidica e ad altre attrazioni culturali e naturali. L’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, ha inserito nella lista del Patrimonio dell’umanità, i Templi di Chola, il gruppo monumentale di Mahabalipuram e la ferrovia Nilgiri Mountain. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..