GUINEA-BISSAU
Mostra l'articolo per intero...
 
Guinea-Bissau: opposizione, presidente Vaz punta a golpe con l’aiuto del Senegal
 
 
Bissau, 27 giu 09:58 - (Agenzia Nova) - Domingos Simoes Pereira, leader del Partito africano per l'indipendenza della Guinea e di Capo Verde (Paigc) uscito vincitore dalle elezioni legislative dello scorso 10 marzo, e i suoi alleati hanno accusato il presidente José Mario Vaz di voler organizzare un “colpo di Stato” nel paese con il sostegno del Senegal per impedire la formazione di un governo democraticamente eletto. “Abbiamo elementi che ci permettono di dire che il presidente Vaz non ha avuto la luce verde dal suo padrino nella regione (il presidente senegalese Macky Sall), colui che coordina buona parte di questa operazione e a cui il nostro ex presidente (Pereira) arreca tutto questo disturbo”, si legge in un comunicato del partito, che alle elezioni di marzo ha conquistato 54 dei 102 seggi del parlamento, risultato che tuttavia non ha consentito al paese di uscire dalla crisi politica iniziata nel 2015. Il presidente Vaz – il cui mandato quinquennale si è concluso il 23 giugno – ha infatti respinto la proposta dei legislatori di nominare Pereira come nuovo premier, incarico dal quale è stato rimosso dallo stesso Vaz nel 2015, e ha riconfermato il premier uscente Aristide Gomes il quale non è tuttavia ancora riuscito a formare un nuovo governo. Il mese scorso Pereira – già primo ministro dal 2005 al 2007 – ha guidato oltre un migliaio di sostenitori del partito in marcia nella capitale Bissau per protestare contro il presidente Vaz. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..