INDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
India: Congresso, parlamentari chiedono a Rahul Gandhi di ritirare le dimissioni (2)
 
 
Nuova Delhi, 26 giu 11:36 - (Agenzia Nova) - Dallo scrutinio del 23 maggio, al termine delle sette fasi del voto, dall’11 aprile al 19 maggio, è emersa una Camera del popolo dominata dal Partito del popolo indiano (Bjp) del primo ministro, Narendra Modi, alla guida dell’Alleanza democratica nazionale (Nda): lo schieramento di centro-destra può contare su una maggioranza di 352 seggi su 542, quindi ben oltre la soglia della maggioranza assoluta, di 272 seggi; solo il Bjp ne ha 303. L’Alleanza progressista unita (Upa) guidata dal Congresso, invece, ha ottenuto 92 seggi, 52 dei quali del partito capofila. Il presidente del Congresso è uscito male dalla contesa elettorale: ha perso il collegio di Amethi, nell’Uttar Pradesh, di cui era deputato dal 2004, e che il suo partito deteneva dal 1998, ed è rimasto in parlamento essendosi presentato anche a Wayanad, nel Kerala, dove ha vinto. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..