ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: Erdogan, abbiamo nostri diritti su Mediterraneo orientale (2)
 
 
Ankara, 25 giu 12:50 - (Agenzia Nova) - La Turchia ha costantemente contestato le perforazioni condotte sulla base di contratti concessi dall’amministrazione di Nicosia nel Mediterraneo orientale, sostenendo che anche la Repubblica turca di Cipro del Nord (la cui autorità è riconosciuta dalla sola Ankara) accampa diritti sulle risorse della regione. Il 3 maggio scorso la nave turca Fatih ha iniziato sue operazioni di perforazione in un’area che si trova 75 chilometri al largo della costa occidentale dell’isola. Nei prossimi giorni, alla Fatih dovrebbe aggiungersi una seconda unità, Yavuz. Erdogan ha contestato anche le proteste del 14 giugno scorso del presidente francese Emmanuel Macron. “La Francia non ha nulla da dire su questa questione. La Turchia è un paese garante, la Grecia è un garante e il Regno Unito è un garante”, ha detto il presidente turco. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..