SINGAPORE
Mostra l'articolo per intero...
 
Singapore: premier Lee, guerra commerciale potrebbe dividere economia mondiale per decenni
 
 
Singapore, 25 giu 04:58 - (Agenzia Nova) - Stati Uniti e Cina devono intensificare i colloqui “ai massimi livelli” e rafforzare la fiducia reciproca, per frenare un’ulteriore peggioramento delle ostilità commerciali reciproche. Lo ha dichiarato il primo ministro di Singapore, Lee Hsien Loong, che ha auspicato progressi sul fronte dei negoziati commerciali tra i due paesi in occasione dell’incontro tra i loro presidenti questa settimana, a margine del summit G20 di Osaka. Intervistato dal quotidiano “Nikkei” in vista del summit, cui Singapore prenderà parte nella veste di invitato, Lee ha avvertito che lo scontro tra le due maggiori economie del globo ha già danneggiato le attività produttive su scala globale, minato la fiducia dei consumatori e causato pressioni sugli scambi commerciali e gli investimenti, col rischio di ricadute sul mercato del lavoro. In assenza di una risoluzione della disputa – ha detto il premier di Singapore – il mondo rischierebbe di essere catapultato in una sorta di guerra fredda economica, con una biforcazione di tecnologie, mercati e fiducia. “Si tratterebbe di un mutamento strutturale, che durerebbe numerosi decenni”, e le conseguenze sarebbero “ancora più gravi della crisi finanziaria” di un decennio fa. Lee ha suggerito che Usa e Cina rafforzino la fiducia reciproca tramite un approccio graduale, cominciando anzitutto ad aggredire le questioni meno problematiche. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..