POLONIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Polonia: Commissione Ue, sentenza Corte chiarisce principio indipendenza giudici
 
 
Bruxelles, 24 giu 17:34 - (Agenzia Nova) - La Commissione Ue prende atto della sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea sulla legge polacca che riduce l'età pensionabile dei giudici della Corte suprema. Il verdetto conferma la posizione della Commissione e chiarisce i principi di irremovibilità e indipendenza dei giudici. E' quanto si legge nella dichiarazione rilasciata oggi dalla Commissione, in seguito alla sentenza della Corte di giustizia europea che ha stabilito che la legge polacca sulla Corte suprema, che riduce l'età pensionabile dei giudici di tale Corte, è contraria al diritto dell'Unione e viola il principio dell'irremovibilità dei giudici e quindi quello dell'indipendenza giudiziaria. Per la Commissione si tratta di una sentenza importante a sostegno dell'indipendenza della magistratura in Polonia e oltre. È anche "un gradito chiarimento dei principi di irremovibilità e indipendenza dei giudici", che sono elementi essenziali di una tutela giudiziaria efficace nell'Unione europea. La sentenza chiarisce anche che, sebbene l'organizzazione della giustizia negli Stati membri rientri nell'ambito delle competenze nazionali, nell'esercizio di tale competenza gli Stati membri sono tenuti a rispettare gli obblighi previsti dal diritto dell'Unione. (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..