ALGERIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Algeria: campagna anti-corruzione decapita classe dirigente, ma l'economia è un'incognita (2)
 
 
Algeri, 20 giu 16:00 - (Agenzia Nova) - In un discorso dai toni aspri, il generale algerino ha accusato la classe economica dirigente di aver “preso in prestito somme molto elevate in via preferenziale senza fornire alcuna garanzia, incidendo in maniera evidente sullo sviluppo dell'economia algerina: queste pratiche di corruzione sono in totale e chiara contraddizione con le parole ipocrite pronunciate da questi ex leader”. Secondo l’economista Kamel Rezzik, il discorso pronunciato dal generale Giad Salah a Bechar è stato il più forte dall'inizio delle proteste popolare del 22 febbraio. "Il capo dell'esercito ha chiaramente accusato i passati governi di Bouteflika di aver sperperato il denaro pubblico e istituito un sistema di corruzione di cui beneficiavano amici e parenti. Gaid Salah ha sottolineato che questi politici hanno favorito alcuni uomini d'affari concedendo loro prestiti senza garanzie, una pratica decisamente dannosa per l'economia nazionale", ha detto Rezzik ad “Agenzia Nova”. (segue) (Ala)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..