LIBIA
 
Libia: Sanallah (Noc), il crollo del settore petrolifero porterà a una crisi umanitaria
 
 
Tripoli, 20 giu 17:59 - (Agenzia Nova) - Il presidente della compagnia petrolifera libica National Oil Corporation (Noc), Mustafa Sanallah, ha detto che il modo per garantire la stabilità dello Stato libico “è attraverso il mantenimento dell'unità del settore petrolifero e l'adesione al diritto internazionale”. Parlando all'annuale Forum di Oslo in Norvegia, Sanallah ha evidenziato l'impatto diretto del conflitto in Libia sul settore petrolifero e sul paese in generale. "Il collasso del settore petrolifero porterebbe indubbiamente a una crisi umanitaria", ha affermato il presidente della compagnia libica. "La compagnia è stata attaccata, sia fisicamente che online. I lavoratori del settore petrolifero sono messi in pericolo da persone che usano le nostre strutture per scopi militari. Questo è inaccettabile", ha aggiunto. Secondo Sanallah: "I tentativi riusciti di vendere petrolio sarebbero stati senza dubbio usati per alimentare ulteriormente la guerra, potenzialmente dividendo il paese per sempre". Sanallah ha anche sottolineato l'impegno della Noc per la trasparenza delle entrate petrolifere nazionali e la loro distribuzione. "Un elemento chiave del conflitto è la percezione di equità e distribuzione equa dei fondi in tutto il paese. Supportiamo l'adozione di standard di trasparenza a livello governativo e in particolare per quanto riguarda la distribuzione delle entrate. Ciò contribuirà a sradicare la corruzione e permetterà ai libici di vedere dove viene speso ogni dinaro del loro denaro".
(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..