SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Germania-Stati Uniti, vicepresidente Bundestag Kubicki chiede espulsione ambasciatore Grenell
 
 
Berlino, 20 mar 15:00 - (Agenzia Nova) - Non si placa la polemica in Germania per le critiche rivolte ieri dall'ambasciatore degli Stati Uniti a Berlino, Richard Grenell, al ministro delle Finanze Olaf Scholz, e al suo progetto di bilancio per il 2020, in particolare al capitolo della difesa. Una netta reazione alle affermazioni del diplomatico Usa è giunta ieri da Wolfgang Kubicki, esponente del Partito liberaldemocratico (Fdp) e vicepresidente del Bundestag, che ha chiesto al ministro degli Esteri Heiko Maas di dichiarare “senza indugi” Grenell persona non grata ed espellerlo dalla Germania. Per il vicepresidente del Bundestag, “chi da diplomatico degli Stati Uniti si comporta come il commissario di una potenza occupante deve imparare che la nostra tolleranza ha un limite”. Dopo aver precisato di non voler difendere il bilancio elaborato da Scholz, definendolo un “progetto politico”, Kubicki ha evidenziato: “Non è più tollerabile che l'ambasciatore degli Stati Uniti interferisca in questioni di politica interna della Repubblica federale, Stato sovrano”. La Germania “non deve quindi sopportare questo comportamento insubordinato per ragioni di rispetto”, ha concluso l'esponente dell'Fdp, secondo quanto riferisce il quotidiano tedesco “Die Welt”. L'ambasciatore degli Stati Uniti a Berlino non è effettivamente nuovo a esternazioni sulla politica interna della Germania. In precedenza, Grenell ha minacciato che gli Usa potrebbero adottare sanzioni contro le imprese tedesche che partecipano alla realizzazione del gasdotto Nord Stream 2. Inoltre, il diplomatico ha lasciato intendere che la collaborazione tra Usa e Germania nel settore dell'intelligence potrebbe essere limitata se l'azienda cinese Huawei partecipasse allo sviluppo della rete 5G tedesca. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..