CINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Cina: commercio estero vedrà crescita stabile nel primo trimestre 2019 (7)
 
 
Pechino, 22 mar 07:23 - (Agenzia Nova) - I consistenti tagli alla pressione fiscale sanciti dal governo cinese comporteranno inevitabilmente un calo sensibile delle entrate fiscali: Li ha avvertito che lo Stato dovrà attingere in maniera più pesante dalle casse di aziende e banche pubbliche: “Il governo centrale chiederà a istituzioni finanziarie designate, e ad alcune compagnie sotto il controllo diretto dello Stato, di indirizzare una quota più ampia (dei loro utili) verso le casse pubbliche. La nostra determinazione – ha aggiunto il premier – è di attingere agli interessi esistenti, e questo significherà volgere la lama del coltello verso lo Stato stesso”. Durante una conferenza stampa durata oltre due ore, Li ha anche discusso la nuova legge sugli investimenti stranieri, approvata dall'Assemblea nazionale del popolo nella giornata di venerdì. L’obiettivo della nuova legge, ha spiegato Li, è di promuovere gli investimenti stranieri nel paese e di garantire una miglior tutela della proprietà intellettuale per gli attori economici internazionali attivi nel paese. Il nuovo provvedimento introduce disposizioni unificate per l'ingresso, la promozione, la protezione e la gestione degli investimenti esteri; la nuova legge, ha detto Li mira a migliorare la trasparenza e a garantire che le imprese nazionali ed estere siano soggette a un insieme di regole unificate, e competano in condizioni di parità. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..