LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: scambio di accuse tra Lna e Gna su raid aereo contro magazzino Mellitah Oil & Gas (2)
 
 
Tripoli, 19 giu 18:04 - (Agenzia Nova) - Khaled al Mahjoub, portavoce della Sala operativa di Tripoli dell’Lna, ha fornito ad “Agenzia Nova” un resoconto dettagliato delle munizioni che sarebbero state introdotte di nascosto nel magazzino della Mog, all’insaputa della stessa azienda. "Le munizioni sono state contrabbandate in tre fasi e in tempi diversi”, ha detto Al Mahjoub, menzionando in particolare “colpi di mortaio, lanciarazzi e sette scatole di artiglieria calibro 23 millimetri”. In una spedizione separata, sempre secondo Al Mahjoub, il magazzino avrebbe ricevuto perfino cannoni antiaerei calibro 14,5 millimetri, oltre a diverse armi leggere. L’ufficiale dell’Lna ha precisato che “apparentemente la direzione dell’azienda non era a conoscenza di questi traffici”, sottolineando che la Mellitah Oil & Gas Company è “estranea alla battaglia” in corso a Tripoli e dintorni. Al Mahjoub ha quindi puntato il dito contro “i terroristi” e le “milizie islamiste” che “ogni giorni usano siti civili per scopi militari, come l’aeroporto di Mitiga utilizzato come base per il lancio di droni turchi”. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..