BRASILE-ITALIA
 
Brasile-Italia: ambasciatore Bernardini, "esperienza italiana nel recupero beni culturali fondamentale per il museo di Rio"
 
 
Brasilia, 19 giu 23:50 - (Agenzia Nova) - L'ambasciatore d'Italia in Brasile, Antonio Bernardini, ha sottolineato come l'apporto dell'esperienza italiana nel campo del recupero dei beni archeologici possa essere una risorsa fondamentale per aiutare la ristrutturazione delle opere d'arte danneggiate dall'incendio del museo nazionale di Rio de Janeiro. "In Italia, soprattutto a Ercolano e Pompei le opere d'arte hanno subito il danno del fuoco, per cui i nostri esperti hanno sviluppato una metodologia che potrebbe essere importante per il recupero dei beni archeologici danneggiati nell'incendio del museo di Rio", ha affermato l'ambasciatore nel corso di una conferenza stampa a margine del simposio internazionale sulla gestione del patrimonio culturale svoltosi oggi, 19 giugno, presso l'istituto di cultura di Rio de Janeiro. "Il nostro territorio è sottoposto a terremoti e altre fonti di possibili danni al patrimonio, per cui abbiamo sviluppato un patrimonio di conoscenze, metodologie e tecnologie anche in merito al recupero. Questo viene messo a disposizione per le operazioni di recupero delle opere contenute all'interno del museo di Rio anche perché se non vengono usate subito queste metodologie quello che è rimasto rischia non essere mai più recuperato", ha affermato Bernardini. "Abbiamo manifestato questa nostra volontà e disponibilità al ministro Osmar Terra e ai responsabili del museo e nei prossimi giorni vedremo come sviluppare una risposta rispetto a questa situazione emersa ai nostri occhi nella sua drammatica emergenza solo ieri", ha concluso l'ambasciatore.



Il diplomatico ha partecipato al simposio nel quale la viceministro della Cultura italiana, Lucia Borgonzoni, ha offerto l'aiuto del governo per il recupero, la catalogazione e il restauro delle opere d'arte contenute del museo di Rio de Janeiro e danneggiate nel corso dell'incendio dello scorso settembre che ha distrutto il 70 per cento dell'edificio storico. Il viceministro Borgonzoni ha anche confermato l'intenzione dell'Italia di prestare a lungo termine una selezione di pezzi provenienti dal parco archeologico di Ercolano e dal museo archeologico di Napoli che saranno esposti al Museo Nazionale carioca quando sarà pronto per la riapertura e che fino ad allora, saranno in mostra nella sala Roma del Consolato generale d'Italia, nel centro di Rio de Janeiro.

Il Simposio internazionale sulla gestione del patrimonio culturale svoltosi oggi, 19 giugno, è nato dalla volontà di favorire l'incontro e il dialogo tra rappresentanti di istituzioni governative, università e musei in Italia e in Brasile, attraverso l'illustrazione delle migliori pratiche sperimentate in entrambi i paesi. Lo sfortunato episodio dell'incendio dello scorso settembre - che ha causato la distruzione di gran parte della collezione greco-romana portata a Rio dall'imperatrice Teresa Cristina – ha finito per avvicinare l'Italia e il Brasile insieme nel segno di un'assenza, che solo la memoria e uno sforzo congiunto dei due paesi può riempire. Il simposio è stato organizzato in due sessioni. La sessione mattutina è stata dedicata all'esplorazione del ruolo del Museo archeologico nazionale di Napoli e del Parco archeologico di Ercolano come spazio di dialettica e articolazione tra istanze complesse come memoria, sostenibilità e innovazione. Presenti i direttori delle due istituzioni, Paolo Giulierini e Francesco Sirano. La sessione pomeridiana è stata dedicata al tema dell'innovazione scientifica e tecnologica al servizio di musei e parchi archeologici. In quest'ultima sessione, rappresentanti del Gruppo Leonardo e della Fondazione Bracco, patrocinatori dell'evento, hanno illustrato progetti innovativi per il monitoraggio e la sicurezza del patrimonio artistico e culturale.

Lo scorso due giugno, il ministero per i Beni e le attività culturali italiano aveva annunciato una collaborazione con il Brasile, per aiutare a riaprire nel più breve tempo possibile il museo nazionale di Rio de Janeiro, distrutto da un incendio nel settembre dello scorso anno. Il museo, ha riferito l'Istituto Italiano di cultura in una nota, farà affidamento sulla collaborazione del governo italiano per il recupero e la restaurazione di parte della collezione danneggiata dalle fiamme. In particolare il ministero italiano collaborerà alla restaurazione di un Koré, importante statua femminile greca ritrovata in una tomba in Italia nel 1853, e che faceva parte della collezione del museo nazionale carioca. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..