BRASILE
 
Brasile: Banca centrale mantiene tasso di interesse ancora al minimo storico del 6,5 per cento
 
 
Brasilia, 20 giu 00:15 - (Agenzia Nova) - Il Comitato di politica monetaria (Copom) della Banca centrale (Bc) brasiliana ha deciso di mantenere il tasso di interesse di base, Selic, al 6,5 per cento. Si tratta della decima volta consecutiva che il Copom (che si riunisce 8 volte all'anno) decide di non variare il Selic. La decisione era ampiamente prevista dagli analisti finanziari. Con la decisione odierna il Selic rimane al livello più basso dall'inizio delle serie storiche della Banca centrale nel 1986. Da ottobre 2012 ad aprile 2013, il tasso è stato mantenuto al 7,25 per cento annuo. Tra il 2013 e il 2015 le continue correzioni verso l'alto avevano portato il Selic a 14,25 per cento. A partire da ottobre 2016, il Copom ha disposto una graduale riduzione del tasso fino a raggiungere il 6,5 per cento nel marzo 2018, da quando non è stato più modificato.

Il Selic è il principale strumento della Banca Centrale per tenere sotto controllo l'inflazione ufficiale, come misurato dall'Indice dei prezzi al consumo (Ipca). A marzo l'indicatore ha chiuso al 4,58 per cento nel cumulo dei 12 mesi spinto dall'incremento dei prezzi del cibo e dai trasporti. I dati sull'Ipca di aprile saranno resi noti domani, 10 maggio. Per il 2019 il Consiglio monetario nazionale (Cmn) ha fissato un obiettivo di inflazione del 4,25 per cento, con un margine di tolleranza di 1,5 punti percentuali. L'Ipca, quindi, non può superare quest'anno il 5,75% né scendere al di sotto del 2,75 per cento. L'obiettivo per il 2020 è stato fissato al 4 per cento, sempre con un intervallo di tolleranza di 1,5 punti percentuali.

Tenere il tasso di interesse Selic basso funge da stimolo espansivo in uno scenario di bassa attività economica. Il tasso di interesse più basso riduce il costo del credito alle banche private (tasso di sconto) e tende così a incoraggiare gli investimenti e, di conseguenza, la produzione e i consumi. Per tagliare il Selic, dunque l'autorità monetaria deve essere sicura che i prezzi siano sotto controllo e non siano in pericolo di aumento. Rialzando il tasso di interesse la Banca centrale contiene la domanda che fa pressione sui prezzi, poiché tassi di interesse più elevati tendono a far incrementare il credito e stimolare i risparmi. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..