INDIA
Mostra l'articolo per intero...
 
India: Anil Ambani, sesto uomo più ricco al mondo nel 2008, non è più miliardario (2)
 
 
Nuova Delhi, 19 giu 11:20 - (Agenzia Nova) - Anil possedeva più del 60 per cento delle quote di Reliance Communications, l'impresa di telecomunicazioni che è al momento in fallimento in base al Codice di insolvenza e bancarotta (Ibc), con un debito totale di oltre sette miliardi. I revisori dei conti di tre delle sue società – Reliance Capital, Reliance Home Finance e Reliance infrastructure – si sono licenziati dopo aver accusato la loro direzione di non cooperare. Il gruppo sta combattendo queste accuse. La società che si occupa di tutte le attività nel settore della difesa del gruppo, Reliance Naval & Engineering, è in rosso da diversi trimestri. Lo stesso è successo alla società di produzione d'energia, Reliance Power, che nel 2008 fu collocata sul mercato con una delle offerte pubbliche di vendita più alte nella storia indiana. Dopo aver raggiunto il picco con un patrimonio di 42 miliardi nel 2008, Anil ha iniziato a perdere soldi in modo costante, con il periodo peggiore durante la crisi finanziaria globale tra la fine del 2008 e l'inizio del 2009 quando vide più del 75 per cento della sua ricchezza dissolversi. A metà del 2009, il suo patrimonio netto era sceso a circa 20 miliardi. Da allora, è stata una perdita costante. Nel 2008, quando Anil era stato dichiarato il sesto uomo più ricco al mondo, suo fratello Mukesh, con un patrimonio netto di 43 milioni, era in quinta posizione. Ad oggi, secondo "Forbes", il patrimonio netto di Mukesh è di circa 51 miliardi. Quello di Anil è di 1,5 miliardi. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..