ITALIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia: Cottarelli ad “Handelsblatt”, i conti non tornano (2)
 
 
Berlino, 03 giu 08:20 - (Agenzia Nova) - Durante l'intervista con “Handelsblatt”, Cottarelli commenta anche il nuovo confronto in corso tra Italia e Commissione europea sui conti pubblici del paese, che potrebbe culminare con l'avvio di una procedura di infrazione per disavanzo eccessivo da parte di Bruxelles nei confronti di Roma. A tal riguardo, secondo Cottarelli, “è abbastanza possibile che la Commissione attuale non faccia niente e lasci decidere alla prossima. Il problema è che il bilancio dell'Italia deve essere chiuso in autunno”. Intanto, dopo il notevole successo della Lega alle elezioni europee del 26 maggio scorso, il leader del partito Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, “si sente ancor più legittimato a cercare il confronto con l'Ue” sul bilancio. Cottarelli interviene poi sui problemi dell'economia italiana, in particolare sulla perdita di fiducia degli investitori nel paese. A tal riguardo, Cottarelli afferma che, per recuperare la fiducia degli investitori, l'Italia deve “migliorare le condizioni per gli imprenditori italiani e stranieri”. Affinché gli investitori tornino a fidarsi dell'Italia, secondo Cottarelli, devono essere risolti “tre problemi” che affliggono il paese e la sua economia. In primo luogo, “le tasse devono essere abbassate, ma occorre trovare le risorse” a tal fine. Secondariamente, “la burocrazia deve essere modernizzata”. Infine, “la giustizia è troppo lenta: una causa civile che si conclude con il terzo grado di giudizio richiede in media sette anni in Italia. Inoltre, per Cottarelli, l'economia italiana è “in ritardo”, con “lo stesso reddito pro capite di 20 anni fa”. (segue) (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..