VENEZUELA
Mostra l'articolo per intero...
 
Venezuela: ambasciatore a Madrid, chiederemo a governo spagnolo rivedere scelte su Guaidò (4)
 
 
Madrid, 17 mag 18:54 - (Agenzia Nova) - Particolare è anche la vicenda legata alla permanenza di Lopez nell'ambasciata spagnola a Caracas. Lopez, che scontava ai domiciliari una pena di 13 anni per istigazione alla violenza, era comparso nella mattina del 30 aprile al fianco di Guaidò, svegliando gli entusiasmi di quella parte della popolazione chiamata a una nuova giornata di mobilitazione nazionale contro il governo di Nicolas Maduro. Il carismatico oppositore aveva ottenuto l'uscita dai domiciliari grazie a un "indulto presidenziale" firmato da Guaidò, e grazie alla complicità di almeno una parte degli agenti che lo tenevano sotto osservazione. La Corte suprema venezuelana (Tribunal supremo de justicia, Tsj) spiccava quindi un nuovo mandato d'arresto a carico di Lopez per la "flagrante violazione" degli arresti domiciliari e per aver pronunciato "discorsi di tipo politico". Il governo spagnolo faceva sapere che non intendeva consegnare il leader di Volontà popolare (Vp) alla giustizia venezuelana, né allontanarlo dalla sede diplomatica. Ma la vicenda non si era ancora esaurita. Nella serata del 1 maggio Lopez si è presentato alle porte della sede diplomatica comunicando alla stampa la propria decisione di voler portare avanti "senza cedimenti" la pressione sul governo. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..