RUSSIA-ITALIA
 
Russia-Italia: Petrocelli, problema sanzioni internazionali irrisolvibile unilateralmente
 
 
Mosca, 18 giu 18:36 - (Agenzia Nova) - I problemi relativi all’imposizione di sanzioni internazionali non possono essere superati adottando soluzioni unilaterali, nonostante il recente rafforzamento delle tendenze sovraniste a livello europeo: detto ciò è possibile, in collaborazione con paesi vicini per interessi e ideali, individuare delle alternative. Lo ha dichiarato oggi il presidente della commissione Affari esteri presso il Senato della Repubblica, Vito Rosario Petrocelli, nel quadro della sua visita ufficiale a Mosca. “Non vi è dubbio che sia impossibile risolvere il problema delle sanzioni internazionali attraverso un intervento unilaterale: noi ci stiamo facendo promotori della creazione di un’alleanza che sia in grado di risolvere questa situazione”, ha detto, aggiungendo che i paesi con cui avviare questa collaborazione potrebbero essere quelli più vicini alla penisola, come Spagna e Grecia. Stando alle sue dichiarazioni, la posizione di dissenso in merito alle sanzioni internazionali che l’Italia ha intenzione di assumere conferma ancora una volta i tradizionali buoni rapporti che legano Roma e Mosca e la nota autonomia della diplomazia italiana. “Dobbiamo fare il possibile per essere i protagonisti di questa fase di transizione da un mondo unipolare a uno multipolare”, ha fatto eco il senatore Gianluca Ferrara, sottolineando i gravi danni causati ai ceti sociali medi dall’imposizione di sanzioni internazionali.

“Qui non si tratta di rompere i rapporti con gli Stati Uniti”, ha precisato il senatore Enrico Aimi, sottolineando però il “rapporto privilegiato e di amicizia” che da secoli unisce Italia e Russia, tenuto vivo in maniera estremamente efficiente dagli eventi che vengono costantemente organizzati dalle rispettive autorità. “Dobbiamo assolutamente arrivare al superamento delle sanzioni", ha aggiunto il senatore, aggiungendo che agli Stati Uniti potrebbe convenire non poco un’alleanza con un’occidente inclusivo anche della Federazione Russa. “Forse un’alleanza di questo tipo potrebbe contribuire a tirarci fuori da alcune delle difficoltà che stiamo attraversando: a differenza del Movimento 5 Stelle, noi siamo diffidenti e critici nei confronti del rapporto con la Cina”, ha ribadito Aimi. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..