SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Bono (Fincantieri) su accordo con Naval Group, dopo eterna competizione abbiamo convinto governi a unire le forze
 
 
La Spezia, 17 giu 17:00 - (Agenzia Nova) - Nel corso della cerimonia di varo del primo Pattugliatore polivalente d'Altura (Ppa), Paolo Thaon Di Revel, che si è svolta nello stabilimento di Muggiano, Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, è ritornato sull'intesa siglata tra la società italiana e la francese Naval Group. "In ogni ambito e luogo del mondo ci siamo trovati in competizione con Naval Group. Un giorno io e Hervé Guillou ci siamo chiesti se non fosse il caso di cambiare strategia. Così un calabrese e un bretone testardi hanno convinto i rispettivi governi a unire le forze. Dobbiamo fare così in Europa altrimenti non andremo avanti. Se puntiamo sui numeri siamo sconfitti in partenza: la Cina sforna un milione e mezzo di ingegneri ogni anno, l'intero Occidente non supera a stento i 200 mila. Dobbiamo impegnarci per far valere qualità e specializzazione. Perché un saldatore esperto non può essere pagato di più di un ingegnere?", ha detto Bono che ha fatto un passaggio sui temi degli investimenti infrastrutturali, della formazione e delle politiche del lavoro: "Dobbiamo lavorare per migliorare le strutture: la competizione si fa con attrezzature efficienti. Bisogna preparare l'azienda per il futuro e l'alleanza si inserisce in questo contesto e ci aiuterà nella collaborazione con Occar (Organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti). Ma attenzione: se in Italia continuiamo di questo passo avremo più diritti che lavoro, e più università che laureati", ha concluso. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..