ISRAELE
Mostra l'articolo per intero...
 
Israele: Fmi, stimata crescita del 3,2 per cento nel 2019, necessarie riforme
 
 
Gerusalemme, 24 mag 15:35 - (Agenzia Nova) - La “solida situazione macroeconomica di Israele continua, con una crescita del 3,2 per cento nel primo trimestre del 2019, simile a quella prevista per tutto l’anno”. Lo rivela oggi un comunicato stampa del Fondo monetario internazionale (Fmi), al termine della visita di una delegazione dal 19 al 23 maggio nel paese. “La crescita delle esportazioni, guidata dai servizi hi-tech, è diminuita di poco nonostante l'indebolimento dell'economia globale, mentre gli investimenti fissi sono diminuiti a causa della minore costruzione di immobili”, si legge nel documento. Per quanto riguarda l’occupazione, l’Fmi evidenzia che la creazione di posti di lavoro ha superato il 2 per cento nel 2018, spinto dall’occupazione femminile al 3,5 per cento, mantenendo la disoccupazione al minimo storico del 4 per cento circa. Inoltre, i salari nel settore economico sono aumentati del 4,3 per cento nel 2018. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..